Tutti sicuramente abbiamo visto serie tv come “sex and the city”, “Friends”, in cui i protagonisti fanno un continuo “tira e molla, si lasciano e si riprendono. Nel telefilm accade, anche, che quando ci si riprende le cose vanno meglio, si comunica di più, c’è più sesso, più desiderio. Questo non è coerente con quanto avviene nella realtà.
Nella vita reale è capitato al 60% degli adulti. Secondo alcune indagini svolte dall’Università del Missouri, questo modello di coppia è tossico per la salute mentale. E’ collegato a un più alto tasso di rabbia, mancata comunicazione e uno scarso livello di coinvolgimento. Chi è coinvolto nel lascia e prendi ha maggiori probabilità di soffrire di ansia e depressione.

Le rotture sono associate a sintomi di stress piscologico. I motivi per cui ci si può lasciare e riprendere sono moltissimi: mancanza di comunicazione, poco desiderio sessuale, litigi, assenza di tempo insieme; spesso il riprendersi è collegato ad una immediata mancanza dell’altro, una difficoltà a stare soli, uno stato di ansia legato al senso di solitudine e al cambiamento. Quello che è di fondamentale importanza è cercare di tornare insieme non per obbligo, in realtà quando si pensa di riprendere un rapporto, si dovrebbe riflettere sui motivi che hanno portato all’interruzione per comprendere se i problemi sono persistenti e hanno un forte impatto sulla coppia.
Avere una comunicazione chiara ed esplicita sui problemi è di fondamentale importanza. Se la ragione che spinge la coppia a riunirsi è determinata da obblighi o convenienza ( spesso accade nei matrimoni o nelle separazioni), questi motivi possono condurre ad uno stato di angoscia e ansia.

Dunque è importante ricordare che terminare una relazione tossica è una strada che conduce verso il benessere e la salute personale.

La terapia di coppia non è solo orientata a supportare le coppie in crisi o che si sono lasciate o separate, anche le relazioni che funzionano hanno bisogno di un Check up e di un supporto per valutare insieme al meglio come mantenere un buon equilibrio, tra il me e il noi, tra la parte emotiva e la parte sessuale, tra l’intimità e la definizione di confini personali chiari e definiti.

Aggiungi un commento