Cosa sono gli Attacchi di panico?

Gli attacchi di panico (detti anche crisi d’ansia) sono episodi di improvvisa ed intensa paura o di una rapida escalation dell’ansia normalmente presente. Cosa avviene? Quando i sensi colgono un pericolo, il cervello attiva un dispositivo di emergenza che attiva tutte le altre sttrutture. Il risultato è la: sudorazione, tachicardia, aumento della pressione sanguigna e una scarica di adrenalina.
Possiamo definire l’attacco di panico come una escalation di sensazioni di paura e tentativi di controllo che nella loro interazione finiscono per intrappolare la mente, che si costruisce essa stessa i mostri dei quali ha paura.

Quali sono i sintomi dell’attacco di panico?

I sintomi degli attacchi di panico tipici sono:

  • Palpitazioni/tachicardia (battiti irregolari, pesanti, agitazione nel petto, sentirsi il battito in gola)
  • 
Paura di perdere il controllo o di impazzire (ad esempio, la paura di fare qualcosa di imbarazzante in pubblico o la paura di scappare quando colpisce il panico o di perdere la calma)
  • Sensazioni di sbandamento, instabilità
  • Tremori fini o a grandi scosse
  • Sudorazione
  • Sensazione di soffocamento
  • 
Dolore o fastidio al petto
  • Sensazioni di derealizzazione (percezione del mondo esterno come strano e irreale, sensazioni di stordimento e distacco) e depersonalizzazione (alterata percezione di sé caratterizzata da sensazione di distacco o estraneità dai propri processi di pensiero o dal corpo)
  • Brividi
  • Vampate di calore
  • 
Parestesie (sensazioni di intorpidimento o formicolio)
Nausea o disturbi addominali
Sensazione di asfissia (stretta o nodo alla gola)

Quanto dura l’attacco di panico?

L’attacco di panico ha un inizio improvviso, raggiunge rapidamente l’apice (di solito entro 10 minuti o meno) e dura circa 20 minuti (ma a volte molto meno o di più).
Per chi ha provato gli attacchi di panico, diventa un’esperienza terribile, spesso improvvisa ed inaspettata, almeno la prima volta. E’ ovvio che la paura di un nuovo attacco diventa immediatamente forte e dominante.
Il singolo episodio, quindi, sfocia facilmente in un vero e proprio disturbo di panico, più per “paura della paura” che altro.
Quali sono le conseguenze dell’attacco di panico?
Con la paura degli attacchi di panico diventa quindi pressoché impossibile uscire di casa da soli, viaggiare in treno, autobus o guidare l’auto, stare in mezzo alla folla o in coda, e cosi via.
L’evitamento di tutte le situazioni potenzialmente ansiogene diviene la modalità prevalente ed il paziente diviene schiavo dei suoi attacchi di panico, costringendo spesso tutti i familiari ad adattarsi di conseguenza, a non lasciarlo mai solo e ad accompagnarlo ovunque, con l’inevitabile senso di frustrazione che deriva dal fatto di essere “grande e grosso” ma dipendente dagli altri.

Cosa si può fare?

Si tratta di una effettuare una terapia, a cadenza solitamente settimanale, in cui il paziente svolge un ruolo attivo nella soluzione del proprio problema e, insieme al terapeuta, si concentra sull’apprendimento di modalità di pensiero e di comportamento più funzionali alla cura degli attacchi di panico, nell’intento di spezzare i circoli viziosi del disturbo.
Attraverso la terapia è fondamentale che il paziente si senta capace di risolvere il disagio e sappia di possedere tutte le risorse necessarie per la risoluzione. Verranno assegnati al paziente dei compiti da svolgere sia insieme in terapia sia a casa; saranno volte insieme delle attività con diverso livello di difficoltà e sarà fondamentale fissare gli obiettivi a medio e lungo termine, ogni obiettivo sarà discusso e tarato su ciascun paziente.

Parliamo insieme degli attacchi di panico

Grazie ad un primo appuntamento potremo stabilire insieme gli obiettivi da raggiungere e quando, ti aiuterò a migliorare il tuo stato partendo da te.

Alcuni articoli sugli attacchi di panico

SOS: attacco di panico

SOS: attacco di panico

Da quando soffro di attacchi di panico con forti vertigini e battito accelleratissimo sudorazioni e mancanza d’aria, la mia vita è cambiata. Esco sempre in compagnia di qualcuno di cui mi fido moltissimo, non tutte le amiche vanno bene, altrimenti mi sento in balia dell’incertezza e non vivo il momento, è come se vivessi in attesa di un altro attacco…

Attacco di panico

Attacco di panico

Nel post di oggi parlerò del caso di ” Valeria ” (ovviamente è un nome di fantasia) che mi ha scritto qualche tempo fa… Salve sono una ragazza di 24 anni e mesi fa ho avuto un brutto attacco di panico che per fortuna non si è più ripresentato ma che mi ha lasciato dentro una forte ansia. Questa ansia…

Ansia: la meditazione può aiutare?

Ansia: la meditazione può aiutare?

L’ansia è una delle emozioni  della nostra generazione e di questo secolo, i sintomi sono tachicardia, mancanza di respirazione, insonnia, sensazione di vomito etc etc. Molto spesso quando arrivano i pazienti con attacchi di panico o ansia, scopriamo insieme che dietro si nasconde anche una difficoltà ad affrontare e gestire alcune emozioni, molto spesso delle situazioni di sofferenza taciute oppure…

Aggiungi un commento