fbpx

Eleonora Sellitto - Psicologa Psicoterapeuta

@raccontidieleonora

Dipendenza sessuale, cosa succede nel cervello: cause, sintomi e terapie

Dipendenza sessuale, cosa succede nel cervello: cause, sintomi e terapie

dipendenza sessuale
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
dipendenza sessuale
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

La dipendenza sessuale o ipersessualità, è stata individuata per la prima volta nel 1886 dallo psichiatra Richard von Kraft Ebing.

La dipendenza sessuale si basa sugli schemi di ricompensa e attiva circuiti del cervello simili ai casi di dipendenza da sostanze ed è caratterizzata dall’incapacità di controllare le proprie pulsioni sessuali.

Il sesso diventa un’ossessione, tanto che i pensieri sono costantemente dominati dall’attività sessuale, influenzando così altre attività e interazioni e andando a ledere i rapporti interpersonali e di coppia. Si sviluppa così un desiderio patologico e il sesso diventa un’esigenza vitale.

Le ricerche dimostrano che in America 12-13 milioni di individui vivono una dipendenza sessuale, in Italia circa tra il 3 e il 6 % di uomini è ad alto rischio. Secondo lo studio effettuato da Willy Pasini, il 6% degli italiani si può definire addicted; ovvero dipendenti.

Le caratteristiche della dipendenza sessuale

Generalmente sono uomini, di età compresa tra i 20 e i 40 anni che trascorrono la maggior parte del loro tempo e dei loro pensieri alle prese con fantasie erotiche, che lo influenzano ossessivamente.

Presenta spesso questi sintomi:

  • ricerca di incontri erotici e sessuali
  • masturbazione compulsiva
  • chat erotiche continue
  • ricerca di partner sessuali differenti
  • numerosi tentativi falliti di interrompere la dipendenza sessuale

Generalmente colpisce più gli uomini, ma anche le donne possono diventare dipendenti sessuali. Al termine delle pratiche sessuali o dei pensieri ossessivi ci si sente in colpa e si vive un senso di disconnessione tra sesso e intimità.

Anche le donne possono diventare dipendenti sessuali

Possibili cause

Ma cosa determina questo aumento? Dagli anni 90 sembra essere aumentata l’esigenza della sessualità per la continua presenza e il continuo accesso al materiale pornografico. Ancora le caratteristiche dell’ambiente che ci circonda, soprattutto nell’infanzia, possono contribuire allo sviluppo di alcuni dei tratti di tale comportamento.

Alcuni fattori di rischio che determinano tali comportamenti sono:

  • la sensazione di essere respinti o rifiutati dal proprio gruppo sociale di appartenenza;
  • il non avere un’adeguata rete di supporto che può anche portare allo sviluppo di depressione o altri problemi;
  • l’osservare tali comportamenti negli altri (apprendimento sociale).

Possibili cure alla dipendenza sessuale

Fortunatamente grazie alla psicoterapia si può sciogliere e risolvere la dipendenza sessuale, focalizzandosi sulle emozioni che determinano il desiderio di attuare comportamenti sessuali compulsivi.

Nel percorso con me, è fondamentale individuare gli obiettivi terapeutici e definire gli elementi che determinano e mantengono il disturbo. Una volta stabiliti obiettivi chiari, attraverso una serie di strumenti e tecniche cognitive e comportamentali, supporto il paziente affinché possa imparare nuove modalità per controllare i propri impulsi e riconoscere le emozioni che li guidano.

Se vuoi sapere come amarti e generare equilibrio nella tua vita, lavorando sulla psicologia e sulla crescita personale, leggi i miei articoli, segui i miei canali social e guarda i miei video nel mio canale Youtube, posso davvero accompagnarti a migliorare il benessere e la qualità della tua vita.

Approfondisci con il mio videocorso: Il sesso in pratica

Scopri il videocorso che ti permetterà di ritrovare la tua intimità in coppia

Approfondisci con il mio videocorso: Il sesso in pratica

Scopri il videocorso che ti permetterà di ritrovare la tua intimità in coppia

Puoi condividere:

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Puoi condividere:

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

2 commenti su “Dipendenza sessuale, cosa succede nel cervello: cause, sintomi e terapie”

  1. Sono un ragazzo di 34 anni e non ho mai avuto una ragazza, apparte brevi frequentazione, ma senza rapporti sessuali. In passato mi sono rivolto spesso alle escort o chat erotiche, ma successivamente mi sono dedicato saltuariamente alla sola masturbazione di 3/4 volte a settimana..adesso però con il presente che stiamo vivendo e con il fatto che non si esce molto, sono nuovamente tentato dalle chat erotiche e incontri sessuali. Vorrei conoscere una donna,ma mi rendo conto che più passa il tempo e più è difficile

  2. Ciao Alex,
    ho letto il tuo messaggio e comprendo la difficoltà nella fase della pandemia, hai mai pensato di usare le chat, non erotiche, ma di creare un rapporto con una donna tramite le chat o i social network? potrebbe essere un buon modo per iniziare ad approcciare e conquistare la donna che desideri.
    Cosi potresti finalmente iniziare una relazione e poter fare le tue esperienze. Ho ideato proprio un videocorso che aiuta gli uomini a conquistare la donna che desidera , prima in chat e poi fino ai primi appuntamenti.
    Potresti farlo ti sarebbe davvero utile.
    Ti lascio qui il link, dai una occhiata e segui le mie indicazioni passo passo ti saranno davvero utili.
    https://www.eleonorasellitto.it/come-approcciare-online/

    Fammi sapere
    un caro saluto
    Eleonora Sellitto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Dipendenza sessuale, cosa succede nel cervello: cause, sintomi e terapie”

  1. Sono un ragazzo di 34 anni e non ho mai avuto una ragazza, apparte brevi frequentazione, ma senza rapporti sessuali. In passato mi sono rivolto spesso alle escort o chat erotiche, ma successivamente mi sono dedicato saltuariamente alla sola masturbazione di 3/4 volte a settimana..adesso però con il presente che stiamo vivendo e con il fatto che non si esce molto, sono nuovamente tentato dalle chat erotiche e incontri sessuali. Vorrei conoscere una donna,ma mi rendo conto che più passa il tempo e più è difficile

  2. Ciao Alex,
    ho letto il tuo messaggio e comprendo la difficoltà nella fase della pandemia, hai mai pensato di usare le chat, non erotiche, ma di creare un rapporto con una donna tramite le chat o i social network? potrebbe essere un buon modo per iniziare ad approcciare e conquistare la donna che desideri.
    Cosi potresti finalmente iniziare una relazione e poter fare le tue esperienze. Ho ideato proprio un videocorso che aiuta gli uomini a conquistare la donna che desidera , prima in chat e poi fino ai primi appuntamenti.
    Potresti farlo ti sarebbe davvero utile.
    Ti lascio qui il link, dai una occhiata e segui le mie indicazioni passo passo ti saranno davvero utili.
    https://www.eleonorasellitto.it/come-approcciare-online/

    Fammi sapere
    un caro saluto
    Eleonora Sellitto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eleonora Sellitto - Psicologa Psicoterapeuta

@raccontidieleonora

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Privacy Policy
Cookie Policy

Eleonora Sellitto - Psicologa Psicoterapeuta

@raccontidieleonora

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Privacy Policy
Cookie Policy

Eleonora Sellitto - Psicologa Psicoterapeuta

@raccontidieleonora

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Privacy Policy
Cookie Policy

© 2021 Tutti i diritti riservati

Eleonora Sellitto, Via Sebastiano Veniero 78, 00192 Roma, Partita Iva 11981781005